Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Notizie / “Donne di mafia, donne contro la mafia” in scena il 9 gennaio nell’anfiteatro dell’Istituto tecnico per Geometri

“Donne di mafia, donne contro la mafia” in scena il 9 gennaio nell’anfiteatro dell’Istituto tecnico per Geometri

La drammatizzazione teatrale tratta dall’omonimo libro di Francesca Incandela con la regia di Piero Indelicato è patrocinata dall’Amministrazione del sindaco Castiglione
“Donne di mafia, donne contro la mafia” in scena il 9 gennaio nell’anfiteatro dell’Istituto tecnico per Geometri

 

Comunicato Stampa n. 02

CAMPOBELLO DI MAZARA, 07/01/2016

“Donne di mafia, donne contro la mafia”, la rappresentazione teatrale con la regia di Piero Indelicato andrà in scena sabato 9 gennaio, alle ore 21.30, nell’anfiteatro dell’Istituto tecnico per Geometri di Campobello con il patrocinio dell’amministrazione comunale del sindaco Castiglione.
Si tratta di un dramma in atto unico tratto dall’omonimo libro di Francesca Incandela, insegnante, poetessa, scrittrice, fondatrice e presidente dell’associazione antiracket di Mazara “Io non pago il pizzo….e tu”, che, per celebrare il decennale dell’associazione antimafia, ha voluto portare in scena, insieme a Piero Indelicato, questo lavoro teatrale.
Le protagoniste sono “donne di mafia”, attraverso le quali si delinea un ruolo della donna palesemente attivo all’interno di Cosa Nostra. Donne forti, determinate, donne che decidono, donne che comandano, donne senza scrupoli, a tratti spietate e feroci nella gestione del potere. Accanto a loro, e fortemente in contrasto con loro, vi sono invece le “donne contro la mafia”, quelle donne che hanno fatto dell’impegno, del coraggio, della lotta per la giustizia e della legalità la loro ragione di vita. Tra queste coraggiose e luminose figure femminili, un ricordo particolare meritano Rita Atria, la giovane partannese collaboratrice del giudice Borsellino morta suicida una settimana dopo la strage di via D’Amelio, e Felicia Impastato, madre di Peppino, che lotterà tutta la vita per stabilire la verità sulla morte del figlio e mantenerne sempre vivo il ricordo.
Tra gli interpreti Emilia Catalano, nipote del caposcorta di Borsellino, Agostino Catalano, ucciso nella strage di via D’Amelio. In scena anche Giacometta Gandolfo, Oriana Spina, Ina Agate, Serena Gargano, Mariella Martinciglio, Joseph Gandolfo, Pietro Asaro e lo stesso regista Piero Indelicato. Le musiche sono eseguite da Salvi Perrone e Gaspare Messina, la voce è di Andrea Marrone.

 Il portavoce
Antonella Bonsignore
328 4948128

This is Sliced Diazo Plone Theme