Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Notizie / Il 4 novembre a Campobello, celebrazioni per la “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate” con la Fanfara dei Bersaglieri

Il 4 novembre a Campobello, celebrazioni per la “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate” con la Fanfara dei Bersaglieri

Nel suo messaggio il sindaco Castiglione ha ringraziato in particolare l’arma dei Carabinieri per l’importante azione svolta al fine di garantire la sicurezza pubblica
Il 4 novembre a Campobello, celebrazioni per la “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate” con la Fanfara dei Bersaglieri

Comunicato Stampa n. 199 del 04/11/2018

«Nella giornata in cui ricorre il 100esimo anniversario della fine della Prima Guerra mondiale rivolgiamo un pensiero speciale ai caduti di tutte le guerre e a tutte le Forze Armate che ogni giorno, con grande impegno e spirito di sacrificio, mettono a rischio la propria vita per garantire l’ordine e la sicurezza del Paese. Con particolare riferimento al nostro Comune, non possiamo dunque che ringraziare in special modo l’arma dei Carabinieri per l’importante azione svolta al fine di garantire la sicurezza cittadina e la pacifica convivenza anche nei momenti come questo in cui il territorio comunale è interessato da un’elevata affluenza di persone. Celebrare la ricorrenza del 4 novembre, infine, deve rappresentare un’ulteriore occasione per suscitare in ognuno di noi e, soprattutto nelle giovani generazioni, amor di patria e sentimenti di pace, condivisione e solidarietà».

È stato questo il messaggio del sindaco Giuseppe Castiglione alla cerimonia solenne che si è tenuta stamattina, domenica 4 novembre, in occasione della Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate.

Le celebrazioni, che sono state promosse dall’Amministrazione comunale con la collaborazione della locale sezione dell’Associazione nazionale Combattenti e Reduci presieduta dal luogotenente in congedo Gaspare Accardi, hanno avuto inizio con il raduno dei partecipanti dinanzi a Palazzo Accardi, da dove hanno preso il via il corteo di tutte le autorità civili e militari e la parata della Fanfara dei Bersaglieri “M° Vincenzo Guarano”.

Successivamente, i partecipanti si sono recati all’interno della villa comunale, dove il Sindaco ha deposto una corona d’alloro al Monumento ai Caduti e si è tenuto il concerto della Fanfara.

Sono stati presenti alla manifestazione anche il vicesindaco Nino Accardo, il maresciallo della locale stazione dei Carabinieri Vincenzo Bonura, il comandante della Polizia municipale Giuliano Panierino, il parroco don Pietro Pisciotta e l’arciprete don Nicola Patti. 

Presenti inoltre l’Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo di Castelvetrano presieduta dal luogotenente in congedo Giovanni Evati, l’Unione Ufficiali in congedo di Campobello, l’associazione Combattenti e reduci di San Cipirrello di cui è presidente il cavaliere Giovanni la Barbera, l’associazione nazionale Polizia in congedo – sezione di Castelvetrano, il 37esimo Stormo dell’Aeronautica militare di Trapani, la Capitaneria di porto di Mazara, l’associazione Nastro Verde Decorati Medaglia d’oro “Mauriziana” di Trapani, l’Anfi di Palermo, il Comitato della Croce Rossa di Castelvetrano, nonché il colonnello Michele Leone, il Capitano di Vascello Giuseppe Guccione e il sottoufficiale della Royal Air Force del Regno Unito Neil Winrow assieme al sottotenente Salvatore Romano del Corpo Genio pionieri dell’esercito Italiano.

La cerimonia ha visto inoltre la partecipazione di un gruppo di alunni dell’Istituto comprensivo “L. Pirandello - S. Giovanni Bosco”, che hanno sventolato le bandierine nazionali in segno di omaggio al tricolore.

 

Il Portavoce

Antonella Bonsignore

This is Sliced Diazo Plone Theme