Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Notizie / IL SINDACO CASTIGLIONE INTERVIENE SULLA QUESTIONE DELLA DISCARICA DI CAMPANA MISIDDI

IL SINDACO CASTIGLIONE INTERVIENE SULLA QUESTIONE DELLA DISCARICA DI CAMPANA MISIDDI

«Abbiamo ereditato questa situazione dalla Belice Ambiente e dal curatore fallimentare. Ho sporto immediatamente denuncia, attivando tutti i canali percorribili per risolvere la problematica»
IL SINDACO CASTIGLIONE INTERVIENE SULLA QUESTIONE DELLA DISCARICA DI CAMPANA MISIDDI

Comunicato Stampa n. 024 del 17/02/2019

In riferimento ai recenti interventi da parte di alcuni esponenti dell’opposizione riguardo lo stato in cui versa l’ex discarica comprensoriale di Campana Misiddi, il sindaco Giuseppe Castiglione spiega quanto segue: «Il Comune di Campobello non è e non è mai stato gestore della seconda vasca della discarica, la quale è stata consegnata d’imperio al Comune il 16 marzo 2018 da parte del curatore fallimentare dell’ATO TP2 Belice Ambiente, senza che tuttavia sia stato mai consegnato al nostro ente locale il relativo fondo per la gestione post mortem della stessa discarica. Subito dopo l’atto di consegna della discarica, in considerazione della gravi condizioni strutturali in cui la stessa versava, ho provveduto il 20 marzo successivo a sporgere formale denuncia, investendo della situazione anche il Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti e attivando tutti i canali percorribili (Regione, SRR, ex Belice Ambiente, etc) senza tuttavia ottenere alcun risultato. Al fine di mettere in sicurezza nel più breve tempo possibile la discarica, anche sostituendosi a chi ne avrebbe avuto la formale competenza, gli uffici comunali hanno inoltre avviato l’iter per giungere  alla redazione di un progetto esecutivo di messa in sicurezza dell’impianto, fermo restando che la dotazione finanziaria necessaria avrebbe dovuto gravare già dal 2015, da quando cioè la discarica non ha potuto più ricevere rifiuti a causa della sua saturazione, sull’Ato TP2 Belice Ambiente, che aveva incassato le somme necessarie per la gestione post – mortem dell’impianto da parte dei soggetti utilizzatori della stesso senza tuttavia aver mai provveduto alla realizzazione di tali opere. Speculare, quindi, su fatti tanto delicati, rivolgendo gravi accuse all’Amministrazione comunale su questioni la cui competenza, dopo il fallimento della Belice Ambiente, non può oggi che investire la SRR in sostituzione dei Comuni e, in subordine, la stessa Regione, ritengo rappresenti solo l’ennesimo vile atto prodotto in questi anni dall’opposizione politica che tutto ha dimostrato di avere a cuore fuorché il bene e gli interessi della nostra Campobello».

 

 

                                                                                                                                        

                                                                                                                                                            Il Portavoce

                                                                                                                                               Antonella Bonsignore

This is Sliced Diazo Plone Theme