Strumenti personali

Tu sei qui: Home / Notizie / Importante passo avanti per la soluzione dell’emergenza rifiuti: il Comune di Campobello avvierà la Raccolta Differenziata

Importante passo avanti per la soluzione dell’emergenza rifiuti: il Comune di Campobello avvierà la Raccolta Differenziata

Il Consiglio ieri ha approvato il Regolamento per la disciplina del nuovo sistema di conferimento che apporterà notevoli benefici ambientali
Importante passo avanti per la soluzione dell’emergenza rifiuti: il Comune di Campobello avvierà la Raccolta Differenziata

Comunicato Stampa n. 150 del 08/07/2016

Il Comune di Campobello avvierà a breve la Raccolta Differenziata. Ieri, infatti, il Consiglio comunale, riunitosi in seduta urgente e straordinaria su convocazione del presidente Simone Tumminello, come previsto dall’ordinanza regionale del 7 giugno scorso, ha approvato il Regolamento che finalmente darà il via al nuovo sistema di raccolta nel territorio comunale, con notevoli benefici per l’ambiente e per i cittadini. L’atto deliberativo è stato approvato dall’unanimità dei presenti. Non hanno partecipato alla votazione i consiglieri Enza Zito e Giacomo Gentile che hanno abbandonato l’aula al momento dell’esame della sussistenza dei motivi d’urgenza della seduta, ritenendo che non fossero stati rispettati i tempi per la convocazione della seconda commissione “Territorio e Ambiente” presieduta dal consigliere Gian Vito Luppino e di cui fanno parte anche Giovanni Tumminello, Tommaso Di Maria, Valentina Accardo, Gaspare Passanante e lo stesso Giacomo Gentile. «Abbandonare l’aula dinanzi a uno strumento così importante e che potrebbe risolvere l’attuale problematica dei rifiuti nel nostro Comune vuol dire fare un passo indietro rispetto alle esigenze e al bene della città» ha affermato il consigliere Gian Vito Luppino, che ha illustrato in aula i contenuti del regolamento. «Rivolgo un plauso ai colleghi della seconda commissione – ha aggiunto il consigliere Nicola Giorgi – per il lavoro svolto in tempi strettissimi, collaborando fattivamente con gli uffici comunali per redigere il regolamento. Oggi, vista la grave emergenza che stiamo attraversando, è necessario fare tutti gli sforzi possibili per dare un segnale forte alla cittadinanza».

«Di fronte a un’emergenza così grave – ha dichiarato il sindaco Castiglione - che sta attanagliando la nostra città, così come gli 11 comuni dell’Ato TP2, mi sarei aspettato maggiore senso di responsabilità anche da parte di quei consiglieri dell’opposizione, che invece oggi hanno ritenuto di abbandonare l’aula voltando le spalle a uno strumento prezioso per il nostro territorio. Lo stato confusionale in cui versa la Regione, che continua a dimostrarsi irresponsabile e incapace a gestire la problematica dei rifiuti in Sicilia, sta infatti mettendo in ginocchio i comuni, esasperando i sindaci, sempre più esposti al legittimo malcontento dei cittadini oltre che a sostenere costi aggiuntivi. Grazie all’impegno quotidiano di questa amministrazione, che ha fatto valere la propria posizione in tutte le sedi possibili, finanche in Procura, oggi siamo riusciti finalmente a ottenere l’autorizzazione  ad abbancare i rifiuti nella stazione di trasferenza di Alcamo, in attesa del conferimento in discarica. Ciò consentirà quantomeno di superare i gravi problemi logistici che in queste ultime settimane hanno notevolmente frenato la raccolta dei rifiuti. Superata l’emergenza, la raccolta differenziata, che contiamo di avviare in tempi brevissimi, rappresenta, dunque, il primo passo per migliorare la qualità della vita nella nostra città».

Soddisfazione per l’approvazione del Regolamento per la Raccolta Differenziata è stata, infine, espressa dal Presidente del Consiglio Simone Tumminello.

Il Portavoce

Antonella Bonsignore

This is Sliced Diazo Plone Theme